Crea sito
  1. Skip to Menu
  2. Skip to Content
  3. Skip to Footer

Promo

Google News

Promo

All’indomani dei funerali: gli insegnamenti di Enzo Boschi negli ultimi anni a me (I puntata)

In chiesa, gremita di gente, il 24 dicembre 2018 avevo un groppo alla gola, molta tristezza. Diversi geofisici, vulcanologi, dirigenti INGV, una voce del Rettore della Università di Bologna, in Sindaco di Tredozio, un ex presidente INGV dopo di lui, la voce all’unisono di tutti questi al funerale di Enzo Boschi è stata “grazie per quello che hai sempre fatto”.

Solo a posteriori, nelle prossime puntate, analizzeremo – serenamente - come mai alcune di quelle stesse voci spesso non hanno risposto alle innumerevoli domande scientifiche e manageriali che Enzo Boschi faceva a loro dal 2011 ad oggi, soprattutto dalle pagine de Il Foglietto della Ricerca, https://ilfoglietto.it/ ) ovvero da quando ha lasciato la Presidenza INGV. A posteriori non si fa la GIUSTIZIA facilmente ed i danni causati dalle risposte assenti o tardive o l’isolamento inferto a chi invece queste risposte le provava a dare, sono difficili da rimarginare, ma ci si può riuscire.

Io alla fine ho detto queste semplici parole “….Io sono un dirigente tecnologo dell’INGV, fin dal 1990 a ING (Istituto Nazionale di Geofisica) serviva la geochimica dei fluidi e quindi io – che avevo 22 anni qundo avevo iniziato questo percorso (con la tesi di laurea all’ENEA Casaccia) e poi nel 2008 ci fu il grosso problema – anzi in realtà fin dal 2000 – dei cambiamenti climatici e dell’energia che serviva produrre a basso tenore di carbonio e quindi dalla geochimica dei fluidi mi sono spostata anche su argomentazioni che a Enzo Boschi hanno cominciato ad essere “carissime” (molto sentite ed apprezzate si intende) e quindi abbiamo cominciato a lavorare insieme. Ma soprattutto ho cominciato a lavorare con lui dal 2011 – quando è andato via da INGV – e dopo aver preso il “Master in Comunicazione Multimediale e giornalismo politico-economico” de Il Sole 24 ore” abbiamo praticamente, quotidianamente, condiviso l’idea della GIUSTIZIA.” Poi mi è tornato il groppo alla gola ed ho smesso di parlare.

Enzo Boschi è stato un maestro del management oltre che della parte squisitamente scientifica che gli competeva! Ho imparato quindi bene e per 8 lunghi anni a come impostare certe relazioni manageriali e tecnico-scientifiche ... a capire certi caratteri delle persone di cui si parlava ...anche personaggi politici inesperti ma boriosi e considerati spesso corrotti o certi buffoni narcisisti del mondo accademico. Ho imparato a come impostare certi documenti per la PUBBLICA AMMINISTRAZIONE e come interagire con i 4 Poteri dello Stato (Legislativo, Esecutivo, Giudiziario e IV POTERE …. La STAMPA) tanto che se ora, ovvero da poche ore che sente e vede tutto da lassù, gli facessi una domanda, saprei già come mi risponderebbe, quindi queste prime notti dopo la sua morte - ho fatto la prova, e lui rispondeva ancora: la voce era ancora più flebile di quella con cui mi ha parlato 4 giorni fa, ma era una voce altrettanto chiara: "la forza dentro di me il cielo stellato sopra di me" come diceva EMMANUEL KANT.

Solo qualche esempio degli insegnamenti quotidiani che mi dava soprattutto dal 2011 in poi, fino al 20 dicembre 2018, quando non era più Presidente INGV.

  • Se avesse dovuto capitare che un barone universitario, per motivi di invidia o di tornaconto personale narcisistico avesse attaccato pubblicamente, magari tramite mail/telefonate a giornali, da essi definiti stessi magari “violenza privata-censura” o specialmente su youtube in video – un collega professore innocente, su un qualsivoglia procedimento civile o penale che sia, soprattutto se questo attacco mediatico dovesse avvenire sotto processo, che poi vede innocente quel professore, il barone suddetto andrebbe allontanato da ruoli importanti nella Pubblica Amministrazione, isolato e non riverito magari proprio da chi – anch’esso – faccia magari parte di quel processo come innocente a sua volta. Ci vuole coerenza e correttezza nel proprio comportamento da parte di “sudditi dello Stato”.
  • Se con ogni evidenza – e con evidenze più gravi magari consegnate già alle Procure della Repubblica – si fossero verificati errori scientifico-gestionali-manageriali-geoetici importanti, su episodi di rischio per la salute umana – magari forieri di perdita di vite umane – allora si sarebbero dovuti ammettere gli errori da parte di chi li svolge, senza costringere gli onesti coraggiosi ad una faticosa raccolta di prove per addivenire alla VERITA’, e qualunque responsabile dell’evidente presunto reato – magari mai passato al vaglio di “silenti” uffici procedimenti disciplinari – andrebbe allontanato da ruoli importanti nella Pubblica Amministrazione , isolato e non riverito magari proprio da chi – anch’esso – faccia magari parte di ruoli chiave in quell’evento, gestito in errore. Ci vuole coerenza e correttezza nel proprio comportamento da parte di “sudditi dello Stato”.
  • Se un “precario” della Pubblica Amministrazione è molto presuntivamente corrotto o corruttibile come magari fosse acquisito da prove lampanti, ovvero le evidenze fossero eclatanti e senza ombra di dubbio, o se la medesima cosa si verificasse da parte di membri di CDA (Consigli di Amministrazione) per aver magari in modo eclatante scritto falsi in atto pubblico, reiterati da lettere e dichiarazioni false, le dimissioni di questi soggetti da ruoli pubblici dovrebbero essere immediate e non attendere le lente Procure della Repubbliche, oberate dai casi NON RISOLTI SPEDITAMENTE all’interno delle Pubbliche Amministrazioni stesse, anche perché questi soggetti poi acquisiscono titoli immeritati e partecipano alle competizioni inficiate dalla presenza in commissioni di concorso proprio di chi ha svolto/avallato/tacitato tali falsi in atto pubblico, tanto lenti da essere giudicati penalmente, che i “rei silenti” fanno in tempo ad acquisire cariche e indennità, mentre gli onesti che denunciano rimangono con il curriculum vitae fermo e le denunce oneste e coraggiose “non fanno curriculum”. Questi signori spesso smascherati da tempo sulla stampa andrebbero allontanati da ruoli importanti nella Pubblica Amministrazione, isolati e non riveriti magari proprio da chi – anch’esso – faccia magari parte di quel gruppo di precari o è un complice membro di quel CDA. Ci vuole coerenza e correttezza nel proprio comportamento da parte di “sudditi dello Stato”.
  • Se avvenisse che in una riunione di uno degli organi di controllo della Pubblica Amministrazione, ad esempio un CUG (Comitato Unico Garanzia), presenti tutte le sigle sindacali del caso e dell’ Amministrazione in oggetto, si fossero evidenziati dei pesanti illeciti amministrativi, evidenti e chiari tanto che la componente CUG dell’Amministrazione decidesse di dimettersi all’unisono e poi all’ultimo momento si dimettesse magari solo un componente “gabbato e fesso” mentre gli altri si mettono d’accordo per rimanere, perché magari un “precario” di loro dice “aspettate che io diventi di ruolo…il concorso è imminente” o magari un importante membro di quel CUG è imparentato strettamente ad un membro del CDA di quella Amministrazione Pubblica, tale per cui parte di quanto detto a quella riunione non sia il caso che giunga alle orecchie di tutti i membri di quel CDA, allora tutti i presunti rei andrebbero cautelativamente allontanati da ruoli importanti nella Pubblica Amministrazione e isolati e non riveriti magari proprio da chi – anch’esso – faccia magari parte di quel gruppo di precari che attende l’imminente concorso o è un complice, membro di quel CDA. Ci vuole coerenza e correttezza nel proprio comportamento da parte di “sudditi dello Stato”.

Se tutto questo non avviene – e vedremo altro nella seconda puntata degli insegnamenti che Enzo Boschi mi ha dato in questi ultimi anni - i cittadini divengono “populisti” qualora siano a conoscenza - dalla veloce stampa veritiera o per altre fonti - di queste suddette possibili prove e dei suddetti possibili fatti gravissimi, per la salute umana fino ad essere foriere di morti; ed allora, una volta divenuti “populisti” votano il Governo del Popolo” a buon diritto, se solo quello li difende mentre il precedente Governo magari non li difendeva, e solo i rappresentanti del “Governo del Popolo” colpiscono quei suddetti soggetti colpevoli di illeciti, nella Pubblica Amministrazione e senza dover necessariamente scomodare ANAC e Procure della Repubblica, ovvero ANCHE PRIMA DEL VERDETTO FINALE DEL POTERE GIUDIZIARIO, avvalendosi invece e rapidamente degli organi di controllo interni, del Potere Legislativo e del Potere Esecutivo.

Oppure, in attesa del verdetto Penale delle Procure della Repubblica – ora per fortuna già al I grado di giudizio evitanti la prescrizione, che i “silenti rei” vogliono mantenere in vita – i cittadini “populisti” bloccano tutte le infrastrutture italiane.

Questo è che sta avvenendo in Italia: ma allora la colpa di tutto questo NON è dei cittadini definiti erroneamente “populisti” invece che “giustizialisti”, ma la colpa è di chi non punisce già dentro le Pubbliche Amministrazioni – i dirigenti, gli uffici per i Procedimenti Disciplinari, etc… - i colpevoli interni alle Pubbliche Amministrazione, portando necessariamente i pochissimi coraggiosi whistleblowsers onesti e non corrotti ad informare ANAC (Autorità Nazionale Anticorruzione) e le Procure della Repubblica e senza esito favorevole alla GIUSTIZIA ed alla VERITA’ per mesi.

Lui, Enzo Boschi, diceva queste cose.

Ultimi articoli

Un saluto a mister Allegri…

Author: Matteo Cacciola Date:: 19-05-2019 01:20:16

Se andassimo ad analizzare obiettivament…

Read More...

Scoviamo i furbi "non esperti" che si son candidati al Parlamento Europeo…

Author: Fedora Quattrocchi Date:: 15-05-2019 00:37:37

Scoviamo i furbi

Cittadini italiani candidati alle elezio…

Read More...

Musica, cultura e borghi antichi per ospitare i migranti…

Author: Fedora Quattrocchi Date:: 15-05-2019 00:19:20

Musica, cultura e borghi antichi per ospitare i migranti

Vi è un gran parlare in questi giorni di…

Read More...

All’indomani dei funerali: gli insegnamenti di Enzo Boschi negli ultimi anni a me (I puntata)…

Author: Fedora Quattrocchi Date:: 08-01-2019 03:04:25

All’indomani dei funerali: gli insegnamenti di Enzo Boschi negli ultimi anni a me (I puntata)

In chiesa, gremita di gente, il 24 dicem…

Read More...

Due pensieri in quattro tweet…

Author: Matteo Cacciola Date:: 26-06-2018 11:13:11

Stamattina, un tweet che ripropongo qui…

Read More...

I più letti

Miniguida: come sincronizzare il proprio Google Drive su Ubuntu…

Author: Matteo Cacciola Date:: 26-01-2013 00:10:18

Miniguida: come sincronizzare il proprio Google Drive su Ubuntu

Oggigiorno, i cloud sono diventati un im…

Read More...

Audizione al Parlamento Europeo sul futuro energetico e climatico del Pianeta: assenti i parlamentari italiani…

Author: Fedora Quattrocchi Date:: 29-11-2013 13:17:01

Audizione al Parlamento Europeo sul futuro energetico e climatico del Pianeta: assenti i parlamentari italiani

Questa vuole essere una cronaca vera, ma…

Read More...

Una politica energetica del PSE che può portare ad ulteriore baratro europeo…

Author: Fedora Quattrocchi Date:: 25-03-2014 12:26:19

Una politica energetica del PSE che può portare ad ulteriore baratro europeo

Premesso che come tecnico-politico (poli…

Read More...

Costruzione di una Strategia Energetico-climatica-sicurezza: una emergenza nazionale…

Author: Fedora Quattrocchi Date:: 15-12-2015 14:49:38

Costruzione di una Strategia Energetico-climatica-sicurezza: una emergenza nazionale

Di seguito, un articolo che vuole quasi…

Read More...

Governo Letta. Quattrocchi: persone incompetenti fuori dalla politica, seguendo le parole di Letta…

Author: Fedora Quattrocchi Date:: 27-04-2013 13:30:57

Governo Letta. Quattrocchi: persone incompetenti fuori dalla politica, seguendo le parole di Letta

Comunicato stampa di Fedora Quattrocchi,…

Read More...

Chi è online

Abbiamo 18 visitatori e nessun utente online

I nostri argomenti

Login Form

Promo

Quick links